Comunicato Attivasacile.it

“Il Sindaco Roberto Ceraolo non ha copiato dal programma del PSI, semmai sono loro che hanno copiato le azioni che questa Amministrazione sta portando avanti in tema di Smart City”. Questa è la risposta del gruppo di Attivasacile.it che arriva dopo le affermazioni di Lorenzo Latini apparse sulla stampa. “Evidentemente il segretario provinciale del Psisi sta interessando di sacile solo ora che siamo vicini alla scadenza elettorale, mentre negli anni scorsi tutto questo interesse non c’era per nulla. Potrebbe andare a guardarsi tutte le pubblicazioni del nostro sito che dimostrano da quanto noi ci occupiano di questi temi e anche da quanto l’Amministrazione Comunale si sta impegnando sui temi della Smart City ed ha messo in campo azioni importanti, talvolta poco visibili, ma che convergono chiaramente su questa filosofia”. “Sicuramente oggi è più comodo dire che l’Amministrazione sta “copiando”, ma non è proprio così”. “Citiamo alcuni esempi Smart: la gestione dei pasti mensa con il sistema via Sms, ormai collaudato da due anni, e che permette delle economie sul costo del sevizio, le informazioni che vengono date ai cittadini mediante il pannello collocato all’ingresso della sede comunale, circa il rendimento degli impianti fotovoltaici installati nei plessi scolastici con anche l’indicazione del risparmio di inquinanti immessi in atmosfera, l’installazione della rete Wifi gratuita sul territorio del centro storico e nei principali edifici comunali, il sistema della gestione integrata delle attività dei vari uffici comunali, il nuovo sito Internet del Comune, la partecipazione agli eventi di Smart City, in particolare a “Smart City Exibithion” di Bologna, dove nei vari work shop formativi si sono scambiate esperienze molto significative con le altre Città o ancora ai laboratori di “Biennale Spazio Pubblico” che hanno visto in prima persona questa Amministrazione con le esperienze nel campo della città accessibile ed inclusiva e ancora possiamo citare i Codici Qr e Decoro Urbano per i quali sono avviate da tempo le procedure e l’elaborazione dei contenuti e la programmazione per far partire anche questi servizi entro il mese di gennaio 2014. Ricordiamo anche il percorso partecipato del Peba, legato ad un processo di sperimentazione regionale. Questi sono esempi concreti di quanto sta facendo questa Amministrazione e il fatto che il 2014 sia l’anno della rivoluzione Smart, come ha sottolineato il sindaco, è sicuramente perché si avvieranno ancora altre iniziative relative al tema. Smart è un concetto a 360 gradi per la città del domani e a 360 gradi sono le risorse, le azioni e gli interventi che vanno in questa direzione, considerando comunque sempre la disponibilità di risorse. Per ultimo è da citare anche tutto quello che viene fatto all’interno della Rete Città Sane sempre in direzione Smart”.

Alla luce di tutto questo, per noi di Attivasacile.it, è abbastanza per dire che è il PSI che copia non il sindaco Roberto Ceraolo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>