Viabilità e cantieri in città

Viabilità al centro dell’attenzione in questi giorni. Un tema di attualità che interessa alcune parti della città, in particolare le zone dove sono stati aperti o si apriranno dei cantieri per l’esecuzione di opere inerenti proprio la viabilità cittadina. I punti interessati sono gli incroci sulla statale 13 di Villorba e Ronche, oltre alla zona di viale Trieste e viale Zancanaro. L’Amministrazione Comunale in questi giorni ha incontrato la Provincia e i rappresentanti delle società di trasporto pubblico per definire sia le soluzioni per gli interventi di modifiche alla circolazione, che le soluzioni progettuali. Per quanto riguarda i cantieri delle due rotatorie sulla SS 13, le proposte dei percorsi alternativi e le chiusure temporanee di alcune vie cittadine, limitrofe ai cantieri, durante le fasi di esecuzione, sono state esaminate con la collaborazione degli uffici della Polizia Municipale, con l’obiettivo di apportare i minori disagi possibili sia alla circolazione degli autoveicoli, che agli utenti che usufruiscono dei mezzi pubblici per arrivare a Sacile o per raggiungere i centri vicini. Su questo è stata chiesta una collaborazione reciproca fra le parti, condivisa proprio per arrivare alla soluzione migliore. L’attenzione si è poi spostata sulle modifiche alla viabilità che interesseranno viale Trieste, viale Zancanaro e le vie minori di collegamento, modifiche che incideranno sul cambiamento di alcuni sensi di marcia oltrechè su alcuni percorsi delle autocorriere, che proprio su queste vie hanno le loro fermate principali della città, sia per servire gli istituti scolastici, che la zona dell’ospedale. Al vaglio dei tecnici sono state sottoposte alcune soluzioni che ora sono in fase di esame e approfondimento e che riguarderanno la modifica di alcuni punti di fermata su viale Trieste e via Carducci. I rappresentanti delle società di trasporto, Atap, Atvo e Atm, hanno portato il loro contributo, così come i tecnici della Provincia hanno espresso considerazioni tecniche su eventuali cambiamenti di tracciato delle linee. Durante la discussione si è inoltre potuto verificare la bontà della soluzione adottata in zona San Liberale, che rientra nel progetto dei percorsi sicuri casa-scuola, per la nuova area di fermata degli autobus nei pressi del Tempio stesso, ora più adeguata anche ad un periodo di sosta dei mezzi per tempi più lunghi, perché ricavata fuori dalla sede stradale e che ha interessato inoltre la sistemazione di alcuni marciapiedi, come quelli di via Zancanaro e via dello Stadio. Già nella prossima settimana Le parti si ritroveranno nuovamente per esaminare le proposte e soluzioni e dare quindi il via ai lavori per la nuova viabilità che interesserà tutta la zona compresa tra viale Trieste e viale Zancanaro, largo Salvadorini compreso.

Sacile WiFi: già 163 gli utenti iscritti a 2 mesi dall’attivazione

A soli 2 mesi dall’attivazione presso gli hot spots della Biblioteca civica e del centro giovani Zanca (ex Nievo) sono molti coloro che si sono iscritti per usufruire del servizio gratuito promosso dal Comune di Sacile. A leggere le statistiche riportate di seguito si può apprezzare il grado di partecipazione in termini di numero di iscritti ed ore di connessione.


Totale Biblioteca Zanca/Ex Nievo
Utenti attivati 163 74 89
Tempo tot di connessione 979h 345h 634h
Traffico in download 106GB 38GB 68GB
Traffico in upload 9GB 2GB 7GB

Smart City: il CNR seleziona 3 Comuni per il progetto “Sostenibilità Energetica”

http://www.futurosostenibile.org/wp-content/uploads/2013/05/smart_cities-600x210.png

Il progetto Energia da Fonti Rinnovabili e ICT per la Sostenibilità Energetica (in breve progetto Sostenibilità Energetica) promosso dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) intende studiare e sperimentare un insieme coordinato di soluzioni innovative per rendere le città sostenibili da un punto di vista energetico-ambientale.

Per raggiungere questo obiettivo, il progetto si basa sull’uso diffuso di fonti energetiche rinnovabili (e delle relative tecnologie per l’accumulo e la gestione dell’energia) e sull’utilizzo estensivo di tecnologie ICT per la gestione avanzata dei flussi energetici e per rendere i servizi della città energeticamente efficienti adattandoli alla domanda (favorendo quindi il risparmio energetico e l’uso razionale dell’energia) e alla disponibilità di energia da fonti rinnovabili, anche con il coinvolgimento consapevole dei cittadini.

Il progetto verrà attuato su 3 Comuni italiani – selezionati attraverso apposito bando emanato dal CNR – aventi le seguenti caratteristiche:

-       1 Comune capoluogo di Provincia o con popolazione superiore ai 100.000 abitanti all’interno del quale sia presente un centro storico dotato di monumenti di alta rilevanza storica e munito di almeno un museo pubblico da attrezzare con strumenti multimediali, nel quali studiare e sperimentare un insieme coordinato di servizi e soluzioni innovative improntate al turismo e alla valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale che la città possiede;

-       1 Comune con popolazione non superiore ai 7.000 abitanti e con una rete di illuminazione pubblica compresa fra i 600 e i 1.200 lampioni dislocati su tutto il territorio comunale, con l’obiettivo di realizzare servizi di gestione del territorio mirati non solo all’efficientamento energetico, ma anche al miglioramento della vita dei cittadini, rendendola più sicura e piacevole;

-       1 Comune, sia marittimo che montano, caratterizzato da un elevato impatto turistico, che necessiti della creazione di un sistema di rete a valore aggiunto in termini di accoglienza dei visitatori e assistenza durante la loro permanenza, in collaborazione con le strutture del sistema turistico coinvolte sul territorio.

Per ognuno dei tre Comuni selezionati, il CNR effettuerà un investimento in tecnologie e strumentazione pari a circa 1 milione di euro.
I Comuni interessati a partecipare alla sperimentazione possono inviare la propria domanda di partecipazione entro il 9 agosto 2013.
Sul sito http://www.smartcities.cnr.it/ è possibile reperire ulteriori informazioni, nonché inviare domande relative alla partecipazione al bando.

Info:
http://osservatoriosmartcity.it/

Scarica il bando e la documentazione