Modello Sacile, nuovi spazi per anziani

Dal Messaggero Veneto di Domenica 7 Aprile 2013

Inaugurati il Giardino Alzheimer e la palestra riabilitativa: le strutture dedicate a Ines Ros e Emenegildo Cecchini Fant

SACILE «Via libera all’ospedale tecnologico, ma sono essenziali le strutture in rete per i servizi di riabilitazione e post-acuti come a Sacile». È un appello “accorato” alla politica regionale, che si rimette in gioco nella tornata elettorale del 21 e 22 aprile, quello lanciato ieri dal primario Giorgio Siro Carniello nella casa di riposo di via Ettoreo, in riva al Livenza. L’emergenza demografica legata all’invecchiamento delle comunità è stato il leitmotiv nella giornata del doppio taglio del nastro del Giardino Alzheimer e della palestra di riabilitazione liventine. Una sorta di elemento conduttore che ha accompagnato la “parata” di politici, a partire dal governatore regionale Renzo Tondo, passando per il suo vice Luca Ciriani, l’onorevole Isidoro Gottardo, gli assessori ed i vari sindaci, ospiti del primo cittadino Roberto Ceraolo e del direttore Rossano Maset. Con loro tanta gente, a sottolineare l’importanza dell’evento. Benedizione di don Graziano ed applausi commossi alla dedicazione delle strutture in mem Continue reading

Ospedale, scatta l’ora della verità per il rilancio

Dal Messaggero Veneto di Sabato 23 febbraio 2013

A confronto le posizione di Gottardo, Del Ben e Zanelli Gli organizzatori: non si abbassi il livello di offerta sanitaria

Scoccherà il 9 febbraio l’ora della verità sul futuro dell’ospedale di Sacile? Al riguardo cresce l’interesse e la curiosità attorno al convegno organizzato nella sala del ballatoio di palazzo Ragazzoni, a partire dalle 9.30. Nell’occasione, infatti, si discuterà dell’integrazione della struttura ospedaliera sacilese nel contesto provinciale. Relatori saranno l’onorevole Isidoro Gottardo e il dottor Giovanni Del Ben (medico legale e direttore sanitario del policlinico San Giorgio di Pordenone) con riflessioni finali affidate al direttore generale dell’Azienda ospedaliera pordenonese Luciano Zanelli. L’iniziativa è promossa dall’Associazione per il rinnovamento della sinistra, dalla lista civica Sacile partecipata e sostenibile e dal sindaco Uil pensionati di Sacile. In apertura, a nome degli organizzatori, interverrà l’ex consigliere comunale Luigi Zoccolan da sempre in prima fila a tutela dei cittadini relativamente alle problematiche socio-sanitarie che in vista di questo appuntamento lancia un invito a partecipare rivolto alla cittadinanza tutta, agli amministratori ed ai dipendenti ospedalieri. «Da anni – spiega Zoccolan – siamo impegnati a tenere vivo il dibattito sulle questioni che riguardano la struttura sanitaria di Sacile. Siamo però ora pervenuti alla conclusione che fosse assolutamente necessario trovare un momento di confronto reale nel quale le posizioni potessero essere contemporaneamente esplicitate e suscitare discussioni. L’obiettivo di questa iniziativa, riteniamo condiviso da tutti, è quello del bene della comunità sacilese che si traduce nella salvaguardia della salute pubblica». «Il fatto, poi, – aggiunge – che il convegno si svolga a Sacile è significativo del nostro intento che è quello di sottolineare l’importanza della nostra struttura sanitaria. Infatti il presidio ospedaliero di Sacile costituisce una realtà di assistenza integrata che copre, e coprirà ancor di più in futuro, una spazio importante nell’ambito dell’offerta sanitaria presente in provincia di Pordenone. Colgo l’occasione per ringraziare sin da ora della loro disponibilità il direttore Zanelli, l’onorevole Gottardo e il dottor Del Ben che animeranno, assieme ai cittadini che mi auguro presenti numerosi, il convegno». Sul futuro della struttura ospedaliera operativa in riva al Livenza il dibattito è in atto da tempo. Di recente c’è stato un acceso scambio di opinioni che ha visto coinvolti gli organizzatori del convegno, il primario Giorgio Siro Carniello, il sindaco Roberto Ceraolo. Motivo del contendere il possibile taglio dei ricoveri per acuti nel reparto di Medicina sacilese. Al convegno del 9 marzo il compito di fare chiarezza. Mario Modolo